Categorie
Opinioni

Perchè credo che il Galaxy Watch Active 2 sia il miglior smartwatch attualmente in mercato

Recentemente ho acquistato questo smartwatch, e ho deciso in questo articolo di parlarvi delle mie impressioni, ma tralasciando ciò che trovereste nelle innumerevoli recensioni già disponibili su internet. In questa opinione troverete informazioni ricavate dal mio normale utilizzo e che potrebbero darvi consiglio sull’acquisto o meno di questo prodotto.

Perchè ho scelto Samsung, perchè ho scelto Tizen? Sicuramente uno dei motivi principali è la reattività dell’interfaccia. Praticamente sprovvista di lag, mi risulta essere tra le migliori il mercato in termini di fluidità. E poi è tondo, a me piace che sia tondo, c’è chi lo preferisce quadrato lo smartwatch, io lo preferisco così. Unica pecca di tizen è la mancanza di applicazioni che troverei su Google Watch o su Apple Watch, ma vedrete che le alternative ci sono e non vi sentirete indietro rispetto agli orologi dei competitor.

Cosa mi piace di questo smartwatch? Praticamente tutto, perchè di fatto è ottimo per fare tutto. L’utilizzo che puoi farne è svariato, e considerando che è solo un orologio, fa tante ma tante cose che neanche pensavi si potessero fare. Ma quali sono le attività principali che utilizzo? Il fitness, per tantissime tipologie di allenamento e la gestione fulminea delle notifiche.

Pensare che avere uno smartwatch significhi stare incollato allo smartwatch è sbagliato (credevo anche io fosse così), poichè lo smartwatch in realtà vi fa risparmiare tempo. Come? Supponete di ricevere una email ma che nel vostro telefono, supponendo abbiate l’always on, rimanga visibile attraverso una icona. Che ci capite tramite una icona? Nulla. Siete costretti a prendere il dispositivo, sbloccarlo, leggere chi manda la mail, leggere il contenuto. Pensate che tutto questo con uno smartwatch si risolve con una rotazione del polso. Non so se ho reso l’idea. Userete meno spesso il telefono e più spesso lo smartwatch. E quando avete da fare? Modalità non disturbare, e potrete dedicarvi interamente ad altre attività prioritarie.

Ma cosa ti da in più rispetto ad una smartband? Sicuramente l’accuratezza dei valori misurati. Questo watch ha più sensori che catturano costantemente il battito cardicato, e grazie a questo potrete sempre tracciare il vostro battito, soprattutto durante l’allenamento.

Lo schermo? Si vede benissimo, di fatto è un OLED, quindi solo colori spettacolari.

La batteria? Eh, penserete che sia una nota dolente, eppure, se vi abituate a caricarlo ogni 2 – 3 giorni non sarà affatto un problema, anche perchè lo dovrete posare da qualche parte, e sopra il connettore magnetico per caricare penso sia il posto perfetto per non graffiarsi lasciandolo qua e la. Che poi volendo, se la batteria che vi è rimasta è poca, in meno di 1 ora avrete già più del 50% per coprirvi l’intera giornata.

Queste sono le mie impressioni dopo settimane di utilizzo. Se lo trovate ad un buon prezzo (io ho preso una offerta molto interessante, meno di 200€) sicuramente è uno smart-watch da considerare.

Di RPCreative

Sono Riccardo Andronaco, un siciliano che nutre una grande passione per la tecnologia, laureato in ingegneria informatica, pubblico attivamente articoli su questo blog con il fine di condividere le mie esperienze personali e per discutere proattivamente di svariati argomenti con i miei lettori. #becreative

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.