Categorie
Amazon Google

Come vedere Amazon Prime video su Chromecast

Come penso sappiate già, Amazon e Google si sfidano sempre nel lancio di strumenti e dispositivi che forniscono servizi molto simili, prendendo ad esempio Google Home e Amazon Alexa.

Come è normale che sia, le aziende sono in estrema competizione, e purtroppo ognuno tende a costruire attorno a se un ecosistema in modo da acquistare prodotti della stessa casa produttrice.

Questo è il caso di Chromecast e Amazon Prime video, due servizi che potrebbero tranquillamente convivere all’interno del dispositivo di trasmissione più diffuso. Ma ciò non è possibile dato che di default non esiste una applicazione ufficiale di amazon per chromecast.

Come vedere allora Amazon Prime Video su chromecast senza necessità di acquistare una chiavetta fire tv? Tramite trasmissione Wifi. Infatti chromecast oltre a consentire l’avvio di contenuti multimediali su applicazioni pre configurate offre la possibilità di poter effettuare un cast del proprio dispositivo, computer o smartphone che sia, a tutto schermo e sincronizzato con l’audio.

Quindi ciò che dovrete fare sarà trasmettere tramite la vostra rete wifi la pagina di chrome a cui si trova il contenuto di amazon prime video, e potrete quindi vedere il vostro contenuto comodamente in televisione.

Categorie
Google

Arrivano gli annunci automatici su Adsense

Interessanti novità cominciano a farsi vedere su Adsense, uno dei motori più utilizzati per la vendita di spazi pubblicitari all’interno del nostro sito web. Questa volta Google ha pensato bene di creare un algoritmo in grado di poter comporre automaticamente degli annunci e posizionarli all’interno di spazi strategici che migliorino l’effettivo guadagno degli utenti che usano questo servizio.

Gli annunci automatici sono semplicissimi da inserire, ciò che dovrete fare sarà semplicemente quello di inserire all’interno delle vostre pagine web, uno script che punterà ad un algoritmo di Google utile a modificare la vostra pagina inserendo i banner pubblicitari in apposite sezioni.

Questo algoritmo a quanto dicono si vanta di un motore di machine learning, cioè di macchina intelligente che va a capire come ottimizzare l’algoritmo sempre di più col passare del tempo. Noi lo stiamo usando e vogliamo provarlo. Vi faremo sapere presto se questa nuova funzionalità darà i suoi frutti o sarà sempre consigliabile utilizzare l’impostazione manuale a cui tutti siamo abituati.

Categorie
Google

Nuova Google Search Console con aspetto notevolmente migliorato

Da pochissimi giorni è arrivata la mail a me come a tutti quelli che usano questo servizio di Google per monitorare il proprio sito web, dove veniva presentata la nuova grafica di google search console, con uno stile interamente rinnovato che riprende un po gli standard che vediamo spesso su Adsense e Adwords Express, in stile Material.

Sicuramente un passo avanti a questo servizio utilissimo per monitorare le parole chiave di ricerca e i link che reindirizzano al nostro sito, oltre al fatto che è possibile gestire la sitemap del proprio sito e facilitare google nell’indicizzazione tra i risultati di ricerca.

Se non usate questo servizio vi consiglio di entrare a farne parte dato che è gratuito e sicuramente molto utile per i motivi che vi ho detto precedentemente. Vi reindirizzo quindi al sito di Google Search Console per maggiori informazioni.

Categorie
Google Opinioni

Analizziamo Pregi e Difetti di utilizzare AMP su WordPress

Da più di un mese con il mio sito ho deciso di aderire al progetto recentissimo di Google di nome AMP Project, per testare questo servizio e vedere se ne trovo giovamento. La funzionalità principale di questo progetto è quella di rendere i post di un sito web nettamente più veloci, con apertura quasi istantanea.

Questo aspetto all’apparenza potrebbe sembrare interamente positivo e subito da inglobare all’interno del sito ma come si presentano pregi allora sono presenti dei piccoli difetti. O meglio, sarebbe bene individuare il target del nostro sito e la frequenza di pubblicazione di nuovi articoli.

AMP è stato pensato da Google per i siti specializzati nella pubblicazione di news come La Repubblica, il fatto quotidiano, sport news. Questo perché questi articoli ricevono ingenti numeri di visite e quindi necessitano di una apertura instantanea.

Per i siti invece che pubblicano pochi articoli, 1 o 2 al giorno, non trarrà molto giovamento aderire al progetto, anzi potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Questo perché i visitatori non entreranno nel vostro sito ma navigheranno su siti di Google quindi diciamo che difficilmente capirà che l’articolo proviene dal vostro sito e difficilmente andrà a cercarsi altri contenuti.

Per questo motivo attualmente ho deciso di stoppare l’adesione per questo servizio vedendo comunque nuovi aggiornamenti che potrebbero interessarmi in futuro.

Categorie
Google

Evidenziare i Dati Strutturati a Google per una Migliore Visibilità

La seguente guida ha lo scopo di poter sfruttare dei metadati presenti nel nostro sito col fine di presentare il nostro sito in maniera più efficace e esteticamente migliore nei risultati di ricerca di Google. Se vi capita di navigare e notate che sono presenti dei dati strutturati su Google come Ricette, Eventi e Recensioni adesso vedremo come sfruttare questa opportunità per il vostro sito web.

Google attraverso i suoi robots cerca di comprendere la struttura della vostra pagina, ma non essendo un processo manuale ma per lo più automatico, potrebbe arrivare a commettere errori di comprensioni. Per evitare questo motivo e dare un aiuto a Google ad evidenziare i dati delle vostre pagina, potete suggerire a google la struttura delle vostre pagine evidenziando i dati nel modo corretto.

Per utilizzare questa funzionalità dovete avere il vostro sito iscritto su Search Console, e poi recarvi su questa pagina (oppure Aspetto nella Ricerca -> Evidenziatore di dati). A questo punto avviate la procedura per evidenziare i dati e vi cominceranno ad apparire alcune pagina del vostro sito. Selezionate Titolo, Recensioni, Prezzo, tutto in base alla categoria del vostro sito. Dopo un certo numero di pagine per le restanti Google comprenderà la struttura e dopo alcuni giorni o settimane vedrete i risultati di ricerca aggiornati.

Categorie
Google Notizie e Novità

Cosa si intende per AMP nelle ricerche su Google?

Quando navigate da cellulare e fate una ricerca su Google, sicuramente vi sarà apparso sotto alcuni link la scritta AMP, e magari vi sarete chiesti di cosa si tratta, dato che siete dei curiosoni. Si tratta specificatamente di un progetto di Google, denominato AmpProject, destinato proprio a tutti quei dispositivi che difficilmente riescono a caricare la pagina web velocemente. L’obiettivo di Google è quello di rendere la navigazione tramite cellulare, molto più veloce e pratica. Nessuna pubblicità, nessun banner fastidioso, soltanto l’essenziale, foto, testo, e il resto che si può raggiungere nel sito.

I siti che sfruttano AMP sono ancora pochi, e il mio fra questi si è aggiunto da poco, poichè ritengo che l’utente da cellulare debba raggiungere velocemente una risposta ai propri interessi, e quindi non attendere secondi preziosi per caricare una pagina web (valutando anche il fatto di un notevole risparmio di megabyte di connessione internet).

AMP è un progetto che sta avendo uno sviluppo sostanziale per quei siti che sono già pieni di visite, uno sguardo al futuro per la navigazione da mobile.

Categorie
Google

Gli Annunci di Adsense non si vedono, Cosa fare?

Qualora tu abbia un sito web e per la prima volta stai utilizzando i banner Adsense per guadagnare attraverso circuiti di pubblicità, potrebbe capitarti di non riuscire a vedere gli annunci appena inseriti tramite skipper HTML. Niente di più normale, infatti dalla creazione del banner Adsense alla reale visualizzazione potrebbe passare qualche ora o qualche minuto, il mio consiglio è di attendere il giorno successivo.

Naturalmente però i problemi potrebbero anche essere altri:

  • verifica di inserire correttamente il codice copiandolo e incollandolo tutto in modo corretto
  • verifica che venga creato una forma come quadrato o rettangolo anche se non è visibile.
  • verifica di aver implementato correttamente il codice se stai utilizzando WordPress tramite campo testo/HTML.
  • verifica che il tuo account non abbia alcun problema con penalizzazioni di vario genere.

Non avete risolto il vostro problema? Proviamo ad aiutarvi tramite commenti.

 

Categorie
Google Youtube

Passare da un Account Adsense Hosted ad uno Completo per un Dominio

Un Account Adsense Hosted su Youtube corrisponde ad una partnership con Google per la pubblicazione di annunci ESCLUSIVAMENTE sulla piattaforma YouTube. Quindi se avete soltanto un canale e volete remunerare con quello, lasciate le cose come sono, non è nulla di grave, i guadagni verranno conteggiati comunque, e superata la soglia di 70 euro riceverete il pagamento nel metodo scelto.

Se invece col tempo, avete creato un sito web, e volete remunerare anche tramite questo mezzo, dovrete fare in modo che il vostro account Hosted diventi un account Adsense completo, eseguendo un upgrade gratuito. Ciò che necessariamente è utile per eseguire un upgrade, è di creare un dominio che sia di SECONDO livello. Significa che potrete pubblicare annunci su Google soltanto se il vostro sito è del tipo www.nomesitoweb.com e simili. I domini del tipo www.nomesitoweb.altervista.org o blogspot.com e simili, non vanno bene, poichè sono di terzo livello.

A questo punto, bisogna inviare il modulo per l’upgrade dell’account. Andate su Adsense e recatevi su I Miei Annunci -> Altri Prodotti. Selezionate: Esegui l’upgrade adesso. Compilate il modulo e attendete qualche giorno per la risposta da Google. Se tutto è andato a buon fine, potrete sin da subito caricare gli annunci all’interno del vostro sito

Categorie
Google

Guida per Verificare un sito su Search Console di Google

Siete possessori di un sito web, e vorreste in qualche modo avere una analisi attenta su come il vostro sito è stato indicizzato su google, quali parole chiave vi fanno ricavare impressioni e click nel motore di ricerca, caricare una sitemap che illustri ogni collegamento fra le vostre pagine. Il tool che vi può servire, disponibile da Google, è Search Console.

Innanzitutto dovrete logoravi con il vostro account Gmail, successivamente in alto avrete la possibilità di Aggiungere una nuova Priorità. A questo punto inserite l’indirizzo web del vostro sito, che sia con http:// o https:// questo sta alle specifiche del vostro provider. A questo punto saranno richieste vostre azioni per la verifica del sito web.

Fra queste varie scelte una delle più semplici da fare in pochi e semplici passaggi è il caricamento di un file HTML. Selezionatelo e scaricate il file che vi fornisce Google. Ciò che dovrete fare adesso è collegarvi all’interno del sito tramite Client FTP come FileZilla e caricare il file appena scaricato nella root.

Andate di nuovo su Search Console e cliccate su Verifica, dopo pochi istanti Google avrà trovato il vostro file e avrà verificato che voi siete proprietari del vostro sito web.

 

Categorie
Google

Entrare a far parte di Google News come Editore di Articoli

Avete un sito di notizie? Vorreste avere un aumento netto di visite inglobando il vostro sito web all’interno di Google News?

Non è molto semplice, ma adesso vi presenterò il metodo corretto per caricare la vostra richiesta di inclusione e attendere quindi l’esito dopo pochi giorni. Sappiate che bisogna seguire delle linee guida affinché il vostro sito meriti di accedere alla lista dei siti già presenti. Nel caso in cui voi ci riusciste, il vostro sito avrebbe una crescita esponenziale di visite, sicuramente molto importante.

Innanzitutto dovreste leggervi le linee guida della partnership con Google. Se soddisfate i requisiti, recatevi nella partnerdash dedicata a google news e vedrete in basso (dovete aver prima verificato e associato il vostro sito al vostro account Google).

A questo punto chiedete l’inclusione del vostro sito web e inserite tutte le info e le sezioni che vorreste pubblicare all’interno di Google News. Attendete quindi qualche giorno e l’esito della richiesta sarà visibile nella stessa pagina a cui prima avete fatto accesso.